AddCAD - parametrico 2D/3D (Plug-in di ZWCad)
Dal 3D al BIM, i vantaggi della condivisione in standard IFC

AddCAD è l'applicativo italiano di progettazione architettonica parametrico basato su ZWCad, più completo del settore, con oltre 27 anni di sviluppo e che nella sua evoluzione rappresenta un punto di riferimento per tutti i progettisti.
 

Con AddCAD BIM 2018 puoi realizzare progetti completi di ogni dettaglio sia in 2D sia tridimensionali e rendering (nuove costruzioni o ristrutturazioni edilizie). Puoi condividere il tuo progetto con tutti, grazie allo standard BIM IFC.


Punti di forza:

 

  • Archivio parametrico completo di: aperture, finestre, porte, scale, ringhiere, arredo urbano e d'interni, ecc.

  • Funzionalità per il disegno dello schema distributivo anche con rilievo planimetrico

  • Modellatore finestre/porte e generatore di scale e tetti

  • Creazione automatica di sezioni ed elevazioni

  • Creazione di ringhiere, balaustre, cornicioni, grondaie

  • Inserimenti di oggetti in formato Sketchup direttamente dalla 3d Warehouse

  • Generatore di rendering foto-realistici 3D, incluse viste assonometriche, prospetti e sezioni

  • Calcolo dati vani e infissi e computo metrico

  • Realizzazione automatica di planimetri DOCFA

  • Calcolo dati termici

  • Condivisione in formato standard BIM-IFC del modello architettonico

Perchè utilizzare il BIM?


BIM è l'acronimo di “Building Information Modeling” (Modello di Informazioni di un Edificio) ed è definito dal National Institutes of Building Science come la “rappresentazione digitale di caratteristiche fisiche e funzionali di un oggetto”.
 
Il BIM quindi non è un prodotto né un software ma un “contenitore di informazioni sull’edificio” in cui inserire dati grafici (come i disegni) e degli specifici attributi tecnici (come schede tecniche e caratteristiche) anche relativi al ciclo di vita previsto. 

Infatti quando si disegnano oggetti come finestre, solai o muri è possibile associare alle informazioni grafiche (spessore del muro, altezza ecc) e anche informazioni come la trasmittanza termica, l’isolamento acustico ecc.

Come avviene per i progetti CAD, al cui interno si possono utilizzare oggetti CAD (2D o 3D) già realizzati in maniera seriale, senza doverli disegnare ogni volta, così per i progetti BIM è possibile usare in ogni elaborazione oggetti BIM già pronti.

Adottato il Decreto BIM

In attuazione dell’articolo 23, comma 13, del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, “Codice dei contratti pubblici”, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti ha adottato il decreto n. 560 del 1 dicembre 2017 che definisce le modalità e i tempi di progressiva introduzione, da parte delle stazioni appaltanti, delle amministrazioni concedenti e degli operatori economici, dell’obbligatorietà dei metodi e degli strumenti elettronici specifici, quali quelli di modellazione per l’edilizia e le infrastrutture, nelle fasi di progettazione, costruzione e gestione delle opere e relative verifiche.

Il decreto entra in vigore il prossimo 28 gennaio 2018.

Leggi il decreto

Wetech System by Sistemi Elettrici s.r.l.

Sede legale

Via Pio La Torre 99 
36043 Camisano Vicentino VI • Italy

Partita IVA 03767320280
 

Sede operativa

Via Brigata Granatieri di Sardegna 20/E int. 26
36061 Bassano del Grappa VI • Italy

 

Orari: lun-ven • 8:30-13:00 • 15:00-18:00

Tel. 0424 35998 • 393 8288467 • 393 8288466

E-mail: zwcad@wetechsystem.it

© 2019 Wetech System

Partner-Badges-Distributor.jpg
addcad-rivenditore.jpg
Iscriviti alla newsletter

Desidero ricevere la newsletter gratuita di Wetech System. Ho letto e accettato l'Informativa sulla privacy.